Quali sono le modalità di diffusione dei risultati e dei prodotti del progetto?

Gli insegnamenti tratti dai progetti modello verranno valorizzati nel modo più sistematico possibile dai promotori di progetto al rispettivo livello d’intervento. La comunicazione di tali insegnamenti e delle raccomandazioni che ne derivano può avvenire in modi diversi (sito Internet, opuscoli, rapporto di sintesi).

La tematica dell’anzianità in generale suscita un interesse crescente a tutti i livelli (amministrativi, politici, finanziari, sanitari, educativi). Quando si aggiunge all’anzianità anche il divenire delle periferie (vallate dell’arco alpino) l’argomento diventa ancora più sentito. Per tale ragione la diffusione dei risultati di un progetto come quello descritto entra in forma quasi naturale nei programmi radiofonici (ad esempio Millevoci della RSI) e negli eventi televisivi. Per quest’ultima parte, viste le caratteristiche del progetto, è prevista la creazione di filmati, facilmente scaricabili, che illustrano la strategia che viene praticata per realizzare il progetto.

L’informazione relativa all’andamento del progetto e ai risultati raggiunti troverà spazio nei siti Internet dei comuni del progetto, nel sito del Cantone, e nel sito dell’ente che attua il progetto.

Nell’ambito dei rapporti con la Scuola universitaria professionale del Ticino (SUPSI) si prevede di presentare i risultati al Dipartimento socio-sanitario. A livello internazionale sono previsti seminari con L’Università di Bologna, prof. Ricci Bitti,

e con l’Università del Piemonte Orientale, prof. Faggiano.

Sono inoltre previsti articoli sui giornali locali della Valle Onsernone e della Valle di Muggio e sui quotidiani ticinesi (La Regione, Corriere del Ticino).

Tramite il Consiglio svizzero degli anziani si pensa di pubblicare, come in passato, su alcune riviste della Svizzera tedesca e romanda.